GESTORE UNICO RIFIUTI: CVD, ARRIVANO I RICORSI

GESTORE UNICO RIFIUTI: CVD, ARRIVANO I RICORSI

sacchettirifiutui_sito

Ieri al consiglio comunale di Jesi si è appresa la notizia che due soggetti privati hanno impugnato al TAR la delibera con la quale quest’estate l’ATA2 di Ancona ha assegnato il servizio rifiuti al gestore unico provinciale costituito da una newco a partecipazione multiservizi Spa ed Ecofon spa.

Purtroppo era più che prevedibile che un affidamento fatto con quelle preoccupanti criticità procedurali, che assieme ad altri consiglieri del MoVimento 5 Stelle avevamo rilevato più di un anno fa, avesse lasciato spazio a contenziosi. È vero infatti che i ricorsi ci possono sempre essere, ma è anche vero che se le procedure sono fatte bene e palesemente inattaccabil, le ditte ed i soggetti interessati non vanno a impelagarsi in ricorsi per quando si ha pressoché totale certezza di perdere.
Evidentemente questi soggetti che hanno presentato istanza al TAR hanno rilevato punti di debolezza dell’affidamento effettuato e hanno ritenuto giuridicamente procedibile il ricorso.

Ora si crea il rischio concreto che avevamo più volte paventato: se il TAR infatti accoglierà il ricorso annullando l’affidamento in house providing deliberato dall’ATA la scorsa estate, è quasi scontato che il passaggio successivo sarà il dover effettuare una gara per affidare il servizio ai privati. Con buona pace dei sindacati che invece di essere “davanti a noi” a rilevare le criticità di questo affidamento proprio per tutelare maggiormente i diritti dei lavoratori visto la situazione creatasi, lo hanno appoggiato ciecamente.

Dare ai privati il servizio della gestione raccolta rifiuti, importantissimo è strategico per una comunità, rischia di allontanare i cittadini ed i territori dal controllo e dalle decisioni sulla questione attorno alla quale girano milioni di euro di soldi nostri.
Tale eventualità, oggi purtroppo concretamente possibile, oltre al danno sarebbe anche una sorta di beffa per i cittadini: la politica infatti ne uscirebbe formalmente “pulita”, potendo attribuire la responsabilità della privatizzazione del servizio ai giudici “cattivoni”, quando invece tutti sapevano, perché glielo abbiamo detto e messo agli atti, che questo procedura faceva acqua da un sacco di parti.
Mi auguro di sbagliare e che possa essere garantita una reale gestione pubblica di questo servizio, a garanzia e tutela dei cittadini e delle loro tasche.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, comune di jesi, m5s, Politica, rifiuti, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...