TRASPARENZA E… OPACITA’ AMMINISTRATIVA

trasparenza

Ennesimo caso di mancato rispetto, da parte dell’Amministrazione Comunale e degli uffici, delle disposizioni del Parlamento Cittadino, ovvero del Consiglio Comunale.

Oggi ho protocollato la seguente nota di richiamo e di richiesta spiegazioni al Sindaco, all’Assessore competente ed al Segretario Generale/Responsabile per la Trasparenza in merito ad una nostra proposta che siamo riusciti a far condividere ed approvare in Aula dopo mesi di duro lavoro in Commissione e che però non ha trovato piena attuazione.

Lo scorso 30 Novembre 2016 è stata approvata con delibera di Consiglio n.108 la nostra terza mozione sulla trasparenza: un atto depositato diversi mesi prima, finalizzato a rendere più trasparente ed efficace la macchina comunale, sul quale abbiamo condiviso un lungo percorso di approfondimento anche tecnico in Commissione. Il tutto per arrivare, appunto, ad una condivisione da parte di tutti i consiglieri, forti della effettiva credibilità, dell’utilità e del contenuto di buon senso della mozione, anche in adempimento a precisi obblighi previsti dalle norme nazionali vigenti.

Fra i dispositivi della mozione, risultava esserci l’impegno a ripristinare sul sito del Comune di Jesi il pieno accesso agli atti prodotti dagli organi e dagli uffici dell’Ente, ovvero a: Delibere Giunta, Delibere Consiglio, Determine, Ordinanze del Sindaco, Decreti del Sindaco, Ordinanze Dirigenziali Decreti Dirigenziali.

Attualmente, infatti, sono accessibili ai cittadini solamente le delibere di Giunta e di Consiglio Comunale.

L’attuazione del sopracitato dispositivo è tecnicamente estremamente semplice e consiste nel riabilitare l’accesso a tali atti nel software che gestisce il database degli atti del Comune, denominato “Iride”.

Per tale ragione, non si capisce perchè a distanza di due mesi e mezzo non si sia ancora ottemperato a quanto disposto dal Consiglio Comunale, supremo organo di indirizzo e controllo dell’Ente.

Perché non permettono ai cittadini di accedere a tutti i provvedimenti, i decreti, le ordinanze, le determinazioni del Comune? Perché viene impedita la piena trasparenza dell’Ente? A chi giova questa mancanza di chiarezza e questa “opacità amministrativa”?

Nella nota protocollata oggi chiedo inoltre anche informazioni rispetto all’altro impegno contenuto nella mozione, relativo alla fascicolazione elettronica ed alla informatizzazione e tracciabilità dei procedimenti amministrativi.

Riteniamo che il mancato rispetto delle disposizioni del Consiglio Comunale, che ha purtroppo spesso caratterizzato l’operato di questa Amministrazione persino in occasione di deliberazioni proposte dagli stessi consiglieri di maggioranza, sia emblematico del metodo di governo utilizzato, incapace non solo di coinvolgere e di tenere conto dei cittadini nelle decisioni ma anche di rispettare gli organi istituzionali che ne costituiscono i diretti rappresentanti democraticamente eletti.

 

 

Jesi, 17.02.2017

  

MASSIMO GIANANGELI

MoVimento 5 Stelle – Jesi

email: movimento5stellejesi@gmail.com

web: +www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/  

Tel. 338.4674945

facebook: Lista Civica Cinque Stelle Jesi; Movimento Cinque Stelle Jesi

 

 

___________________

Jesi, 17.02.2017

 

Al Sindaco/Assessore agli Affari Istituzionali e Generali

 

All’Assessore a Risorse Umane e Organizzative , 

Innovazione Tecnologica, Formazione manageriale comportamentale

e professionale, Partecipazione popolare.”

 

Al Segretario Generale /Responsabile per la trasparenza del Comune di Jesi

 

 

OGGETTO: Attuazione della delibera di Consiglio Comunale n.108 del 30.11.2016. Richiamo alle responsabilità ed alle prerogative dei competenti uffici. Richiesta di chiarimenti.  Richiesta di informazioni ex art. 43 comma 2 del Dlgs 267/2000.

 

 

Preg.mi Amministratori,

Gentilissimo Segretario Generale,

in data 30 novembre 2016 è stata approvata all’unanimità dal consiglio comunale la mia mozione ad oggetto “Provvedimenti per la trasparenza”.

Fra le disposizioni deliberate dal Consiglio Comunale risulta anche quella di ripristinare sul sito del Comune di Jesi il pieno accesso agli atti prodotti dagli organi e dagli uffici dell’Ente, ovvero a: Delibere Giunta, Delibere Consiglio, Determine, Ordinanze del Sindaco, Decreti del Sindaco, Ordinanze Dirigenziali Decreti Dirigenziali.

 

Da una verifica effettuata, ho riscontrato che a distanza di circa due mesi e mezzo dall’approvazione in Aula delle disposizioni sopra richiamate, le stesse non hanno trovato attuazione e dal sito del Comune risultano tuttora accessibili solamente le delibere di Giunta di Consiglio  e di Giunta.

Con la presente, sono perciò a chiedere delucidazioni a riguardo e richiamare le SS.VV.Ilme, ognuna per le proprie competenze, alle previsioni regolamentari, staturarie e derivanti dalle normative vigenti che vedono nel Consiglio Comunale l’organo supremo di indirizzo e controllo dell’operato dell’Ente.

 

In particolare chiedo se si è provveduto dare mandato ai competenti funzionari e addetti del CED del Comune di sbloccare e deflaggare l’accesso a determinazioni,  delibere, ordinazne, decreti, ecc.. ad oggi ancora inaccessibili, per ripristinarne il pieno accesso, come per altro avviene nella gran parte degli altri comuni non solo della zona ma anche nel resto del Paese.

Chiedo sia agli assessori sia al Segretario il riferimento a note/atti/comunicazioni con cui tale direttiva è stata impartita agli uffici. Nell’eventualità in cui ciò non sia avvenuto, ne chiedo formalmente le motivazioni.

 

Ricordo inoltre che fra gli impegni previsti dall’atto in oggetto, vi erano anche disposizioni sulla fascicolazione elettronica, sull’informatizzazione e sulla tracciabilità dei procedimenti amministrativi. In particolare, il primo impegno della deliberazione prevedeva l’avvio di “un percorso volto ad implementare, compatibilmente con le risorse umane, finanziarie e strumentali, e con i possibili investimenti, la fascicolazione dei procedimenti e la realizzazione di una bacheca informatica dei procedimenti, sulla base degli obblighi di cui ai citati artt.41 e 54 del Dlgs 82/2005, dalla quale possano essere estrapolate per ogni procedimento l’indicazione dei fascicoli cartacei/elettronici, le descrizioni del procedimento utili a conoscere la natura dell’azione, gli input avuti, la sua coerenza con gli obiettivi del programma o del Piano degli obiettivi, l’iter previsto e i suoi tempi fino alla sua conclusione, gli eventuali momenti partecipativi previsti prima della decisione degli organi istituzionali ed ogni altra informazione, oltre quelle dovute per legge, possa essere ritenuta utile a porre in condizione ogni cittadino di valutare contenuto di azioni e qualità delle scelte in divenire

 

Con la presente, si richiedono informazioni rispetto all’attuazione di tale impegno e, in particolare, si chiede di conoscere con quali atti e provvedimenti è stato dato seguito a tali disposizioni.

 

 

Distinti Saluti

 

 

 

Il consigliere comunale

Capogruppo del Movimento 5 Stelle Jesi

MASSIMO GIANANGELI

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in comune di jesi, m5s, Politica, trasparenza, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...