STOP AMPLIAMENTO DISCARICA: L’AZIONE DEL M5S E LA VITTORIA DEI CITTADINI

STOP AMPLIAMENTO DISCARICA:

L’AZIONE DEL M5S E LA VITTORIA DEI CITTADINI

In questo breve video assieme a Leonardo Guerro, Consigliere Comunale M5S a Maiolati, spieghiamo, atti alla mano, perché il progetto di ampliamento della discarica di Maiolati è stato bocciato, come sono andate le cose nel procedimento autorizzativo e qual è stato il ruolo determinante avuto dai nostri interventi, come consiglieri M5S di Jesi e Maiolati, all’interno del procedimento, per poter arrivare a tale diniego.

Lo stop dato dalla Provincia, come risulta dal Verbale della Conferenza dei Servizi del 17 marzo 2016[1] è basato sostanzialmente su due pilastri motivazionali:

  • criticità di natura epidemilogica/sanitaria;
  • non rispetto dei criteri localizzativi di cui al Piano Regionale di Gestione Rifiuti.

1) Riguardo al primo punto, determinante è stato il parere congiunto ASUR-ARPAM del 22 febbraio 2016[2]. Nel video, oltreché commentare tale parere, ricordiamo che criticità di natura epidemilogica erano già state portate all’attenzione dell’autorità provinciale con una nostra memoria del 10 novembre 2015[3]. Se qualcuno ricorda l’assemblea pubblica di VIA organizzata dalla Provincia lo scorso 16 settembre 2015[4], i contenuti di tali memorie li avevamo già anticipati in tale occasione, smentendo clamorosamente nel merito, davanti ai cittadini presenti, le tesi dei consulenti del Comune di Maiolati volte a sostenere che la situazione non fosse affatto preoccupante. Quegli stessi documenti da loro utilizzati, invece, raccontavano una realtà differente. Così, dopo aver dimostrato docuementi alla mano dove stava il punto di piena verità in occasione di tale inchiesta pubblica di VIA, abbiamo poi, come già detto, direttamente depositato agli atti del procedimento le nostre memorie sopra richiamate. Nel febbraio 2016, forti elementi di criticità su questo aspetto sono stati pienamente confermati, come sopra detto, da ARPAM e ASUR;

2) Riguardo al secondo aspetto, la criticità cruciale è stata determinata dal fatto che l’impianto proposto non rispetta i requisiti per la localizzazione delle discariche previsti nel Piano Regionale Gestione Rifiuti (PRGR). Nello specifico, il progetto si troverebbe ad una distanza ben inferiore dei 2 km previsti come distanza minima da centro abitato. Occorre ricordare che tale requisito è espressamente indicato nel vigente PRGR, approvato nell’aprile del 2015 (Delibera Amministrativa del Consiglio Regionale DACR n. 128 del 14.04.2015[5]). Tuttavia, all’interno dello stesso piano, proprio a seguito di una osservazione proposta in sede di redazione dello stesso dal Comune di Maiolati, è stata inserita una clausola che esonera dall’applicazione di tali requisiti restrittivi i progetti con un iter autorizzativo già antecedentemente avviato. Poiché per il progetto di ampliamento della discarica di Maiolati, l’iter autorizzativo era stato avviato nell’agosto del 2013 presso la Provincia (Autorità Competente), quella clausola sembrava “salvare” il progetto proposto dal Comune di Maiolati.

In presenza di tale situazione, nell’ottobre 2015 la Regione Marche, cui spettava durante l’iter autorizzativo la prerogativa di esprimere un parere sul progetto in autorizzazione nel quale fosse contenuta anche una valutazione sulla congruità dello stesso con il PRGR, ha inviato una nota (cfr Nota Regione Marche, Servizio P.F. Ciclo Rifiuti e Bonifiche Ambientali del 06 ottobre 2015[6]). In tale nota, pur ponendo alcune specifiche, ribadiva la clausola sopra esposta che esonerava il progetto dai criteri localizzativi del nuovo Piano Regionale, lasciando di fatto un via libera alla realizzazione dell’ampliamento.

Studiando ed approfondendo i documenti e dopo aver già presentato nel procedimento una memoria datata 30 novembre 2015[7] che trattava tale aspetto, ci siamo però accorti che la fascia di tutela di 2 km da centro abitato era stata già introdotta nel previgente Piano Regionale di Gestione Rifiuti con la DACR 66/2013 del 26 febbraio 2013[8], quindi ben prima dell’avvio del procedimento autorizzativo dell’ampliamento di Maiolati. Di questa DACR 66/2013 chissà perché, nessuno aveva mai fatto menzione negli atti fino a quel momento. Abbiamo perciò ritenuto di inviare alla Provincia una memoria datata 17 dicembre 2015[9] nella quale si rendevano ufficialmente edotti della situazione i soggetti ed i funzionari coinvolti nel procedimento autorizzativo in corso, in merito al contrasto fra il progetto proposto ed il PRGR, invitando espressamente i responsabili del procedimento a non rilasciare alcuna autorizzazione.

Finalmente qualcosa si è mosso e la Regione ha emesso un nuovo parere datato 7 gennaio 2016[10] che ha corretto il tiro rispetto al precedente chiarendo che dovevano essere applicati i criteri localizzativi inseriti nel PRGR con la DACR 66/2013, quelli cioè che prevedono la distanza minima di 2 km da centro abitato.

A quel punto, la nostra ultima memoria del 10 gennaio 2016[11] ha ricapitolato in maniera inequivocabile togliendo qualsiasi possibilità di dubbie interpretazioni tutta la vicenda della individuazione delle fasce di rispetto in vigenza, contestando anche alcune misurazioni delle distanze ed altri dati contenuti nel progetto. Nella stessa nota, oltre ad invitare nuovamente a non approvare, abbiamo inteso richiamare le responsabilità dei singoli funzionari e soggetti coinvolti sul fatto di essere in presenza di un progetto in palese contrasto con la normativa pianificatoria regionale vigente, nonché sull’inspiegabile prolungarsi di oltre due anni e mezzo della procedura, viste le palesi difformità con il PRGR e un preavviso di diniego già emesso dalla Provincia addirittura nel novembre 2013[12].

Rendere ufficialmente edotti ed informati dentro al procedimento i funzionari coinvolti dell’evidenza delle argomentazioni e delle criticità insormontabili del progetto, come sopra descritto; richiamare esplicitamente nel procedimento le responsabilità dei soggetti responsabili dell’iter; coinvolgere i cittadini tenendoli sempre informati ed organizzando eventi e manifestazioni; chiamare in causa i sindaci, specie quelli che poi hanno giustamente ed opportunamente ripreso tali argomentazioni facendole valere nei tavoli decisori di Conferenza dei Servizi: tutto ciò ha incastrato definitivamente l’ampliamento proposto ed a quel punto, la Provincia non ha potuto fare altro che dare il diniego e rigettarlo.

Il tutto rafforzato da una continua e incessante azione politica sul territorio: informazione costante che dura da anni ad opera del M5S a Maiolati e nei vari comuni della Vallesina; coinvolgimento della Commissione Ambiente di Jesi; iniziative propositive congiunte, in cui abbiamo dimostrato pubblicamente con esempi concreti ed empirici che una gestione differente dei rifiuti ed una economia sana del territorio è possibile anche in Vallesina.

Credo che la combinazione virtuosa di competenza e coinvolgimento di territori e cittadini sia stata determinante per questa ennesima enorme vittoria della nostra comunità, di Jesi, Maiolati e della Vallesina, contro proposte inaccettabili che, per portare profitto a pochi, mettono a rischio Ambiente, Salute e Diritti della collettività.

Jesi, 8 maggio 2016

MASSIMO GIANANGELI

MoVimento 5 Stelle – JESI

[1] Verbale della Conferenza dei Servizi del 17.03.2016: https://app.box.com/s/f5rzwhuhq4gtznog41kk5znxoovjpw0l;

[2] parere congiunto ASUR-ARPAM del 22.02.2016: https://app.box.com/s/uzp3rafs2jarrkdeq79hslirj2t1t4lo;

[3] Memoria N.3 (GIANANGELI-GUERRO) del 10.11.2015 ad oggetto <<Osservazioni in merito al Contributo Epidemiologico SEA/OEA realizzato da Arpam in relazione al progetto “Lavori di completamento dell’ampliamento del IV stralcio della discarica” proposto dal Comune di Maiolati Spontini>>: https://app.box.com/s/4xpedclf5n6epqo0062zosvdptba11dz;

[4] Video Inchiesta Pubblica di VIA del 16.09.2016 su progetto Ampliamento discarica di Maiolati: https://www.youtube.com/watch?v=xmKxXaRjBJs;

[5] Piano Regionale Gestione Rifiuti Marche, Delibera Amministrativa del Consiglio Regionale DACR n. 128 del 14.04.2015: http://www.consiglio.marche.gov.it/banche_dati_e_documentazione/iter_degli_atti/paa/pdf/d_am98_9.pdf;

[6] Nota Regione Marche, Servizio P.F. Ciclo Rifiuti e Bonifiche Ambientali del 06.10.2015: https://app.box.com/s/stbukbnpbvdedpigdawjq22djy14vdh1;

[7] Memoria N.4 (GIANANGELI-GUERRO) del 30.11.2015 ad oggetto “Applicazione criteri localizzativi con le indicazioni del vigente Piano Regionale dei Rifiuti approvato con DACR del 14.04.2015 e del previgente Piano Regionale dei Rifiuti approvato con DACR del 15.12.1999”: https://app.box.com/s/a66bd3xa3bfv7981sxjj8qh43h1okc3u

[8] DACR 66/2013 del 26.02.2013: http://www.consiglio.marche.gov.it/banche_dati_e_documentazione/iter_degli_atti/paa/pdf/d_am50_9.pdf

[9] Memoria N.6 (GIANANGELI-GUERRO) del 17.12.2015 ad oggetto “Lavori di completamento dell’ampliamento del 4° stralcio discarica – Comparto rifiuti speciali. Proponente: Comune di Maiolati Spontini. INVITO A NON APPROVARE”: https://app.box.com/s/bskftsg7b82yh1h44ho2kenfnnr2si41

[10] Nota Regione Marche, Servizio P.F. Ciclo Rifiuti e Bonifiche Ambientali del 07.01.2016: https://app.box.com/s/f4cum04nzjxns94l6io2jtn898ytfkzi

[11] Memoria N.7 (GIANANGELI-GUERRO) del 10.01.2015 ad oggetto “Lavori di completamento dell’ampliamento del 4° stralcio discarica – Comparto rifiuti speciali. Proponente: Comune di Maiolati Spontini. – Precisazioni in merito all’applicazione dei criteri localizzativi del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti. Invito a non approvare. Richiesta accertamenti.”: https://app.box.com/s/j91n89ysx2k8t8yfxmfijgay3pcbq9n4

[12] Provincia di Ancona-Preavviso di Rigetto_21.11.2013: https://app.box.com/s/0lunpne8dlvtgdtj3y2y0kn9pwzd88q9

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, diritti, inquinamento, m5s, Politica, rifiuti, salute, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...