Deterioramento Ambientale e Diritti

Riporto il seguente articolo in commento alla sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo del 10/01/2012, che condanna dell’Italia a seguito del ricorso 30765/08 sul caso Sarno in Campania.
Ci sono indicati dei Diritti importantissimi per i cittadini riconosciuti dalla Corte.

In particolare:

….il deterioramento ambientale in sé può causare una violazione della Convenzione dei diritti dell’uomo, anche se non è dimostrata l’esistenza di un danno diretto per i ricorrenti…
….
I giudici internazionali, poi, per la prima volta, sono andati anche oltre riconoscendo l’esistenza di un diritto a vivere in un ambiente salubre non solo a coloro che abitano in modo stabile in una determinata zona, ma anche a chi vi lavora senza averne la residenza. I ricorrenti – osserva la Corte – sono stati costretti, per lunghissimo tempo, a vivere in un ambiente altamente inquinato, con un evidente deterioramento della qualità della vita che ha coinvolto tutti, anche se non ci sono prove certe di un rapporto causa effetto tra inquinamento e incremento dei tumori nella zona. Lo Stato, d’altra parte, in base all’articolo 8 della Convenzione ha obblighi positivi che gli impongono di adottare misure adeguate a consentire una vita in un ambiente non inquinato.

Stabilito che la vita in un ambiente inquinato procura un deterioramento della qualità di vita, che è compromessa anche in assenza di una prova di un grave pericolo per la salute degli interessati, la Corte ha condannato l’Italia anche per violazione dell’articolo 13 che assicura il diritto alla tutela giurisdizionale effettiva.

Al seguente link integrale l’articolo citato:
http://www.csaimpianti.it/events/view_event/959/1

Qui di seguito, è invece possibile scaricare il press release della Cancelleria della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo:

cmiskp.echr.coe.int////tkp197/viewhbkm.asp?action=open&table=F69A27FD8FB86142BF01C1166DEA398649&key=95539&sessionId=85078544&skin=hudoc-pr-en&attachment=true

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, inquinamento, salute. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...