I Marchesi del Grillo ed i codardi…

I MARCHESI DEL GRILLO ED I CODARDI

Scrivi dei documenti per anni. Tecnici, scientifici, in cui smonti la credibilità di una proposta progettuale e la sua sostenibilità in una situazione ambientale e sanitaria  già compromessa.

Dimostri le contraddizioni, dici che non c’è bisogno di realizzare quel progetto, che non serve a niente, tanto meno ai posti di lavoro, fai le pulci tecnicamente a quello che dice l’azienda proponente e fai un c… così alla commissione comunale che chissà perchè sposa acriticamente le tesi dell’azienda, pur avendo le competenze per smentirle (visto che le abbiamo noi…)

La risposta che hai, è che lo stesso presidente di quella commissione, dopo quello che pubblicamente gli hai scritto, anziché smentirti tecnicamente punto punto almeno per salvarsi un po’ la faccia e la reputazione professionale, davanti ad una platea di 300 persone elogia il tuo elaborato e ti ringrazia per il contributo che dai, ma…
VANNO AVANTI LO STESSO!!!

Quello che dici è talmente vero, che la stessa azienda alza le mani e ammette, in un forum organizzato dal Comune, che non può obbiettare nulla su quello che hai detto. Ma…
VANNO AVANTI LO STESSO!!!

Porti delle osservazioni tecniche che smontano alla base un piano basato su metodologie non conformi alla legge, dopo aver pubblicamente ridicolizzato il tecnico che era venuto a difenderlo, e invece di rispedire al mittente quel piano, lo approvano, magari con più o meno banali prescrizioni “salvafaccia”. E…
VANNO AVANTI LO STESSO!!!

Ti sgoli per due anni, autoproducendo ricerche (per colmare lo strano vuoto di studi “istituzionali”  su certi temi), sviluppi software che dimostrano una situazione ambientale “fuori con l’accuso”, evidenzi che c’è una situazione di aumento di ricoveri o di patologie. Dopo tentativi patetici di minimizzare il problema, basati su un giro di telefonate a qualche medico, anche Enti istuzionali, tante volte controparti  nelle vertenze che abbiamo affrontato,  ti danno ragione.

E gli amministratori, dopo aver ammesso la loro ignoranza
VANNO AVANTI LO STESSO!!!

Dimostri che hanno speso i nostri soldi sbagliando investimenti, hanno “nascosto” i debiti, hanno buttato milioni, sperperati, dati a consulenti o a consiglieri di amministrazioni e amministratori delegati capaci solo di ridurre i servizi, la loro qualità ed i posti di lavoro, e invece di prendere atto della situazione
VANNO AVANTI LO STESSO!!!

L’acqua contiene TRIELINA fuori limiti di legge… e l’assessore che ha il mandato di proteggere l’ambiente in cui viviamo con i nostri figli dichiara che non dobbiamo allarmarci troppo, visto che i livelli superano i limiti di legge, ma non di tanto…!!! (Ma bevitela te “non troppa trielina”, va..!!!) Minimizzano, e

VANNO AVANTI LO STESSO!!!  

Il dramma di questa situazione, non è solo che sprechi tempo, salute, fai per anni le notti in bianco a studiare ed a produrre documentazione scientifica a supporto delle tue tesi, e questi la ignorano. Questo sarebbe il meno.

Il problema è che ciò su cui le tue ormai “controparti” ti danno ragione, riguarda scelte che, se intraprese danneggiano la collettività. Se un piano non si deve realizzare  per tutta una serie di motivi che neanche l’azienda proponente riesce a smontare, vuol dire che realizzarlo è un danno alla collettività.

Più dimostri che certe scelte danneggiano la comunità, più certi amministratori di questa comunità continuano a perseguirle. Tirandosi dietro, a causa di un perverso meccanismo ben rodato che alcuni chiamano “partitocrazia”,  addirittura coloro che non sono d’accordo, ma che per avere un posticino la prossima legislatura… DEBBONO TACERE!!! Codardi? Ma no… funziona così! Non applicate mai le regole e gli aggettivi delle vita comune alla politica: le logiche sono talmente diverse e lontane dalla realtà della vita comune, che si rischia persino di … dar troppo valore a certe persone. Codardo è semplicemente chi è senza coraggio. Qui stiamo parlando di persone che sono chiamate per mandato al dovere di difesa della comunità da scelte scellerate, e che invece tacciono e si “accodano” al partitino o partitone pisciando sopra la propria dignità. Magari fossero solo dei codardi…

Il dato POLITICO, quindi, è che certe scelte contro la comunità, vengono prese con consapevolezza da amministratori che riconoscono che quello che dici è fondato, ma..
VANNO AVANTI LO STESSO!!!!

Questa la realtà oggettiva della situazione, che ovviamente, lascia spazio a tutte le spiegazioni ed a tutte le ipotesi, anche le peggiori. Perché, infatti, un amministratore dovrebbe scegliere di danneggiare i suoi amministrati? Quali possono essere i motivi che lo portano a difendere i diritti non dei suoi elettori, ma di qualche gruppetto dei soliti noti? Sì,lo so, le risposte che vi vengono in mente a queste domande potrebbero essere da querela per calunnia… tenetele per voi, e anziché fare sterili processi alle intenzioni, guardiamo avanti.

L’arroganza politica di chi ti dice: “hai ragione, ma comando io, e faccio come mi pare” ricorda una dittatura, una oligarchia, una antidemocrazia, un inesistente senso della democrazia e della partecipazione, a qualcuno potrebbe ricordare bui periodi della storia del nostro Paese. Ricorda il Marchese del Grillo, il “io so io, voi nun s’ete un cazzo…!!!”

Marchesi del Grillo e Codardi: il massimo, per chi deve far affari sui diritti dei cittadini…!!!

Il “C’hai ragione, ma faccio come mi pare” apre soprattutto ad una domanda cruciale: allora che facciamo?
Sarò inesperto, ma le soluzioni che vedo, purtroppo sono solo due, una più scomoda dell’altra: accettare supinamente tutto, smettendo di lamentarci, o reagire e cercare di mandarne casa più possibile?

Mi auguro ci siano altre scelte possibili, un po’ più semplici e meno impegnative, perché non è giusto che per aver riconosciuti i propri diritti, i cittadini debbano in prima persona  farsi carico della cosa pubblica, a partire dalla propria città.
Purtroppo, questa classe politica (con le dovute pregevoli eccezioni personali), questo partito trasversale degli affari, questi baroni che con i nostri soldi, ci tolgono aria, acqua, e diritti, non concedono più margini di trattativa: o subiamo (e facciamo subire ai nostri figli) o reagiamo.

La tentazione di lasciar perdere tutto, di scegliere la prima opzione, facilitata personalmente dalla possibilità di dire a mia figlia ed alla mia coscienza: “Stai tranquillo, hai fatto tutto quello che potevi”,  è davvero forte.
Ma se tutti quelli che si sono sentiti dire “hai ragione, ma tanto mo’ comando io e faccio come mi pare”, tutti quelli stufi dei soprusi subiti, magari in ambiti e situazioni diverse, dai Marchesucci del Grillo, riuscissero poco poco a mettersi insieme, ad accordarsi su 4 o 5 punti da portare avanti per la città e per la nostra comunità, senza tante bandierine ideologiche o di partito, mandando a quel paese i commedianti che, per dividerci, a turno, fanno finta di essere di destra o di sinistra, e questi sedicenti politici che fanno tutto tranne che Politica,  vuoi vedere che la storia, anzi no, la Storia, cambia…?

Davvero vogliamo continuare a essere il bancomat (elettorale e non solo) di questi arroganti Marchesi del Grillo?

Jesi, 25 settembre 2010

MASSIMO GIANANGELI

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a I Marchesi del Grillo ed i codardi…

  1. Marco Gambini-Rossano ha detto:

    Complimenti, Max. Daje giù.
    Marco

  2. Marco.Manno ha detto:

    Massicci ed incazzati.
    Chinare la testa davanti ad un Maiolatesi, ad un Tonelli, ad un Belcecchi ?
    La chinerò solo nel momento in cui inizierà a caricare a testa bassa !

  3. marina ha detto:

    ti prego non mollare noi tutti crediamo in te e vorrei ringraziarti per l’impegno che hai assunto fino ad ora,se non fosse stato per il tuo magistrale lavoro fin quì svolto avremmo già la centrale sotto casa.grazie per tutto quello che stai facendo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...